Social, presenza e piano editoriale

intervista a Romina Cisella

Eccoci, la seconda intervista, ho fatto qualche domanda a Romina Cisella, Social media manager e Web writer, vi parlerà di Social!

Buona lettura

Ciao Romina, chi sei e di cosa ti occupi?

Mi occupo di social media e di web writing. Aiuto i brand e i liberi professionisti a trasformare i canali di comunicazione online in luoghi che permettano di sintonizzarsi e di coltivare un rapporto con il proprio pubblico. Direi che il mio approccio è un folle mix tra strategia, analisi, parole ed emozioni.

Quali sono i social più richiesti?

Per rispondere in modo completo bisognerebbe considerare molti aspetti come, per esempio, il settore, il tipo di progetto, il posizionamento… Ma tendenzialmente, Facebook, essendo il canale più “generalista” rimane ancora molto gettonato perché, appunto, versatile.

Ma non è detto che questo sia sempre un aspetto positivo.

E, in ogni caso, senza entrare troppo nello specifico, anche Instagram e LinkedIn, hanno una forza non indifferente e ben percepita anche da chi richiede una consulenza.

Come si fa a scegliere il canale social che vogliamo usare?

La scelta dei canali è una fase importantissima.

Dopo aver analizzato il brand e i suoi aspetti più importanti e, dopo aver definito gli obiettivi da raggiungere, avremo a disposizione tutti gli elementi per identificare i canali che potrebbero aiutarci a parlare, nel modo giusto, al nostro pubblico di riferimento.

Ha senso essere presente ovunque?

Assolutamente no.

Come dicevo prima, l’analisi e la definizione degli obiettivi ci daranno un quadro completo di quello che abbiamo bisogno e dei canali che dovremmo presidiare.
Soprattutto nel mondo dei social, essere presente ovunque e/o parlare “a tutti” non è necessario, né efficace.

Dammi due consigli per stilare un piano editoriale: 

Solo due consigli? Dubito di riuscirci!

Be’ ti posso dire che un buon piano editoriale nasce da un ragionamento di almeno cinque fasi: analisi, definizione, elaborazioni ad hoc, test e monitoraggio. Senza una di queste fasi ci sarebbero operazioni di comunicazioni senza capo né coda.
Ecco, magari non due consigli, ma molto brevi e precisi:

  • Non dimenticare di definire le giuste linee di comunicazione (linea editoriale, linea grafica, ecc) ti daranno, nel tempo, coerenza e riconoscibilità.
  • Parti da obiettivi ben precisi, chiari e raggiungibili!
  • Ricorda che l’online e l’offline devono essere coerenti fra di loro e che il passaparola online è potente come quello offline, nel bene e nel male.
  • Quando scrivi online è fondamentale la sintesi, considerando però che dall’altra parte ci sono persone.
  • Stimola i dialoghi e coltiva i rapporti con il tuo pubblico.
  • Testa, analizza, monitora, testa, analizza e monitora 🙂
  • Sii costante e paziente.
  • Sii costante e paziente.
  • Sii costante e paziente.

Non è facile, certo, ma nemmeno impossibile, quindi mani all’opera 🙂

ROMINA CISELLA

Sono una Social media manager e Web writer.

Curo la reputazione online del tuo business partendo dall’identità verbale e valoriale, elaboro strategie per i social media e progetto il contenuto per fare diventare i tuoi canali di comunicazione un luogo per coltivare rapporti con il tuo pubblico ed entrare in sintonia con loro, attraverso l’affinità di valori e la comunicazione che suscita emozioni.

Dove puoi trovare Romina

Ogni social ha una grafica e un tono di voce

SILVIA PELUCCHI

Graphic designer | Visual designer | Packaging | Siti web | Materiali marketing |
Visual identity | Supporto aziende e PMI progettando linee esclusive di identità aziendale e per materiali di comunicazione

Seguimi sui social